Categories Menu

Posted by on Oct 4, 2013 in google

Google lancia Hummingbird

google hummingbird La scorsa settimana, alla vigilia del suo 15° compleanno, Google ha svelato l’implementazione di un nuovo algoritmo di ricerca chiamato “Hummingbird”, Colibrì. Ideato per rendere i risultati di ricerca più precisi e veloci, l’algoritmo è basato sulla ricerca semantica ed quindi più focalizzato sulle intenzioni/obiettivi dell’utente che sul singole termine di ricerca. Ecco quello che Google ha dichiarato in occasione di una conferenza stampa e di un’intervista a Search Engine Land.

Cos’è un algoritmo di ricerca?

È un termine tecnico, una sorta di “ricetta” che Google utilizza per ordinare i bilioni di pagine web e tutte le informazioni che possiede, al fine di dare quelle che secondo il motore di ricerca sono le risposte migliori.

Cos’è “Hummingbird?”

É il nome del nuovo algoritmo che Google sta utilizzando: dovrebbe essere in grado di dare risultati migliori.

Quindi il “page rank”, su cui si basava l’algoritmo precedente, è morto? 

No. Il Page Rank è uno dei 200 “Ingredienti base” che rientrano nella nuova ricetta Hummingbird. Hummingbird guarda al page rank – l’importanza dei link in una pagina – e ad altri fattori quali la qualità, le parole chiave e molti altri punti che già precedentemente contribuivano a formare l’algoritmo.

Perchè si chiama Hummingbird?

Perchè è un algoritmo  “preciso e veloce”.

Quando è iniziato Hummingbird? È già attivo?

Google ha iniziato a usare Hummingbird circa un mese fa, ma ha annunciato i cambiamenti solo il 26 settembre.

Cosa significa che Hummingbird è già attivo?

Pensate a una macchina costruita nel 1950. Potrà anche avere un buon motore, ma mancheranno alcuni elementi che vengono installati nei motori delle auto di oggi. Quando Google è passato a Hummingbird, è come se avesse tolto il vecchio motore per metterne uno nuovo ma sempre nella stessa macchina. Inoltre l’ha fatto talmente rapidamente che nessuno si è accorto del cambiamento.

Quando è stata l’ultima volta che Google ha fatto una sostituzione di questo tipo all’algoritmo?  

Google stesso fatica a ricordare quando è stato fatto l’ultimo cambiamento di questo tipo. Nel 2010 l’update “Caffeine”, è stato un grande cambiamento. Ma era comunque un cambiamento che intendeva aiutare Google a raccogliere meglio le informazioni (indicizzazione) piuttosto che ordinare le informazioni per l’utente. Il capo della ricerca Google Amit Singhal ha rilevato che probabilmente è dal 2001 che non si assisteva ad una riscrittura così ampia dell’algoritmo.

Cosa si può dire di tutti questi Penguin, Panda e altri “update” ? Quelli non sono stati cambiamenti dell’algoritmo?  

Panda, Penguin e gli altri aggiornamenti erano cambiamenti di parte del vecchio algoritmo, ma non un’intera sostituzione del tutto. Pensando di nuovo al motore di un’auto: gli aggiornamenti come Panda e Penguin possono essere visti come il cambio dell’olio, o il miglioramento di una guarnizione. Hummingbird è un motore completamente nuovo, anche se continua a utilizzare alcune parti del vecchio, come Penguin e Panda.

Il nuovo motore di ricerca usa “pezzi vecchi”?

Si e no. Alcune parti dell’algoritmo erano già molto buone e quindi non c’era ragione di eliminarle. Altre parti invece sono state sostituite. In generale, Hummingbird – dice Google –  è un nuovo motore costruito da parti già esistenti e parti nuove, organizzate in modo da servire soprattutto le esigenze di ricerca di oggi, piuttosto che quello creato per le esigenze di dieci anni fa, con le tecnologie di allora.

Hummingbird quali tipi di “Nuove” ricerche può aiutare?  

Le “ricerche conversazionali” sono il più grande esempio che ha dato Google. La contestualizzazione può essere il nuovo fattore decisivo.

“ Qual è il posto più vicino a casa mia per comprare un iPhone 5s?” . Un tradizionale motore di ricerca potrebbe concentrarsi sul trovare le giuste corrispondenze di parole chiave – trovando una pagina che presenti le parole “comprare” e “iPhone 5s”, ad esempio.

Hummingbird dovrebbe invece concentrarsi maggiormente sul significato che sta dietro alle parole. Potrebbe capire meglio la posizione di casa vostra, se l’avete condivisa con l’ account Google. Potrebbe comprendere che con la parola “Posto” si intende un negozio di elettronica e che “iPhone 5s” è un apparecchio elettronico che vendono alcuni negozi. Conoscere i significati di queste parole potrebbe portare Big G ad andare oltre la semplice ricerca di parole corrispondenti.

In particolare, Google ha detto che Hummingbird da più attenzione a ogni parola della query, assicurando che l’intera query – l’intera frase, conversazione o significato  – venga presa in considerazione, rispetto a una particolare parola. L’obiettivo è che le pagine con corrispondenze di significato si posizionino meglio delle pagine che contengono solo poche corrispondenze di parole.

Pensavo che Google avesse realizzato già da tempo le ricerche conversazionali!

L’ha fatto, ma solo attraverso le risposte del Knowledge Graph. Hummingbird è progettato per applicare la tecnologia del significato a miliardi di pagine da tutto il Web, in aggiunta al Knowledge Graph , portando migliori risultati.

Funziona davvero?

Non lo sappiamo. Non c’è modo di avere un “Prima e dopo” ora. Abbiamo solo la dichiarazione di Google a dirci che migliorerà le cose. Ad ogni modo, Google da parte sua ha dato qualche esempio di prima e dopo, per mostrare alcuni casi di miglioramento.

Hummingbird potrebbe far peggiorare Google?

Quasi sicuramente no. Anche se non possiamo ancora dire che Google è migliorato, sappiamo che Hummingbird – che è stato usato lo scorso mese – non ha scatenato ondate di consumatori che si lamentano di un peggioramento improvviso dei risultati di Google. La gente si lamenta quando le cose peggiorano; mentre di solito non si accorgono quando migliorano.

Questo significa che il SEO è morto?

No, il SEO non è ancora morto. Infatti, Google ha affermato che non c’è nulla di nuovo o diverso di cui i SEO dovrebbero preoccuparsi. Le linee guida rimangono le stesse: contenuti originali e di qualità. I fattori che sono stati considerati importanti nel passato rimangono importanti. Hummingbird darà solo la possibilità a Google di elaborali in un modo nuovo e migliore.

Questo vuol dire che sto per perdere del traffico da Google?

Se non si è registrato un calo di traffico il mese passato allora hai superato Hummingbird rimanendo indenne perché è già attivo da circa un mese. Se avessi avuto dei problemi, a quest’ora lo sapresti già.

In generale, non c’è stato alcun importante segnalazione di perdita di ranking tra gli editori.  Questo sembra supportare Google quando afferma che questo è molto più un effetto “query-by-query”, che può migliorare particolari ricercati e complessi, piuttosto che qualcosa che colpisce keyword definite di “testa” che possono, a loro volta, causare grandi cambiamenti del traffico.

Ma io ho perso traffico!

Forse è legato ad Hummingbird, ma Google ha sottolineato che potrebbe anche essere dovuto ad alcune delle altre parti del suo algoritmo, che possono essere state cambiate, ottimizzate o migliorate. Non c’è modo di saperlo.

Liberamente tradotto da FAQ: All About The New Google “Hummingbird” Algorithm